Blog di myPOS Da Passione A Business

The Glass Cathedral: Alla riscoperta della storia di Venezia

Una decina di anni fa, la famiglia Belluardo coltivava un sogno: restaurare una cattedrale del XIII secolo ricca di storia di Venezia, ma lasciata in uno stato di incuria totale. Nonostante le terribili condizioni in cui versava la cattedrale e i vari ostacoli burocratici, la famiglia non si è arresa ed è riuscita a trasformarla in uno spazio per eventi unico e glorioso: the Glass Cathedral. La cattedrale oltre alla sua straordinaria atmosfera offre anche dimostrazioni del vetro spettacolari, ma anche meravigliosi balli in maschera che celebrano la storia dell’isola di Murano e l’arte del vetro.

Andiamo a vedere nel dettaglio come la famiglia Belluardo sia riuscita nell’ardua impresa di superare la lenta burocrazia italiana, acquistando e restaurando la cattedrale e trasformandola in un’attività che è riuscita a sopravvivere anche alla pandemia. Questa è la storia di un’incredibile passione famigliare e di crescita aziendale, e ovviamente anche del ruolo dei pagamenti digitali nello sviluppo di piccole imprese.

Quando talento e determinazione si fondono per l’amore per Venezia

La famiglia Belluardo si è lanciata in questa avventura nel 2012, quando i quattro membri hanno colto al volo l’opportunità di acquisire l’abbandonata Chiesa di Santa Chiara. Per molti sarebbe stata un’impresa impossibile, mentre per i Belluardo era un’occasione che capita una volta nella vita. Desideravano riportare in vita una struttura importante della vita sociale della loro cara e bellissima città natale.

Con una tradizione e un’esperienza più che trentennale nel turismo e nel settore alberghiero, la famiglia aveva tutto ciò che serviva per affrontare questa ambiziosa avventura, e nel 2016 Glass Cathedral era già una realtà.

Quando talento e determinazione si fondono per l’amore per Venezia

Molto presto la cattedrale è diventata un punto di riferimento per gli eventi privati a Venezia: da banchetti stravaganti ad animate feste con DJ. I Belluardo non ne sbagliavano una. La reputazione del centro per eventi si è arricchita ulteriormente grazie alla collaborazione con prestigiose aziende come Nissan, Vogue, Aspen Institute, Google e molti altri ancora.

La strategia giusta per arrivare al successo

La famiglia Belluardo ha chiesto consigli e pareri a storici ed esperti di architettura, e, con tanto lavoro nel corso di quattro anni, è riuscita a ricostruire l’edificio usando i materiali originali.

Uno degli elementi fondamentali nella riuscita del progetto è stata la vasta esperienza nel settore turistico della famiglia.

“La mia famiglia veniva dal settore alberghiero, quindi aveva più senso creare uno spazio per le dimostrazioni di soffiatura del vetro invece che un punto di rivendita dello stesso. Per noi è un immenso piacere vedere coppie di innamorati celebrare il loro matrimonio nella nostra location o organizzare eventi delle migliori compagnie internazionali.” ha commentato Giuseppe Belluardo.

I Belluardo offrono mostre di soffiatura del vetro ogni giorno e dispongono di un mastro vetraio nel loro personale. Giuseppe ha precisato che per diventare un mastro vetraio occorre lavorare fianco a fianco a un maestro per 10 o 15 anni.

La strategia giusta per arrivare al successo

Anche la promozione e il marketing online hanno contribuito molto al loro successo. I Belluardo hanno anche sfruttato i social e collaborato con i principali tour operator online come TripAdvisor, Eventbrite e GetYourGuide per raggiungere un pubblico più ampio.

Un altro modo più originale con cui la famiglia attira visitatori è l’annuale ballo in maschera Glass Slippers. Gli ospiti vengono invitati a indossare costumi d’epoca e a immergersi nell’atmosfera storica della cattedrale, rievocando lo spirito dell’antica aristocrazia veneziana.

Il ballo ha luogo durante il Carnevale di Venezia e, nel rispetto delle tradizioni locali, viene accompagnato da uno show del vetro dei nostri maestri vetrai in costume storico che plasmeranno la scarpetta di cristallo che verrà data in dono alla maschera più bella. Oltre al ballo in maschera, il team dei Belluardo onora il patrimonio culturale regionale organizzando varie dimostrazioni di soffiatura del vetro.

Tuttavia la creazione di Glass Cathedral non è stata una passeggiata. Ottenere i vari permessi è stata una vera impresa che ha richiesto persino l’autorizzazione di un ex ministro della cultura italiana. E in più gestire un’azienda familiare di per sé non è un’avventura semplice. La famiglia ha infatti dichiarato che senza una buona comunicazione e collaborazione il progetto non sarebbe andato in porto.

“Ognuno di noi ha dato il suo massimo. E bisogna sempre ascoltare il punto di vista degli altri. Come si dice in Italia, e in particolar modo a Venezia: “Siamo tutti sulla stessa barca.”

I pagamenti digitali per far crescere l’attività e supportare la comunità

Giuseppe ha anche aggiunto: “Gestire la propria azienda non è semplice. Bisogna sempre essere flessibili e adattarsi continuamente, ma myPOS mi ha aiutato molto in questo senso con un metodo comodo e veloce per accettare i pagamenti degli ospiti.”

I pagamenti digitali per far crescere l’attività e supportare la comunità

Per far crescere l’attività la famiglia Belluardo ha dovuto rivolgersi a soluzioni di pagamento moderne, e più nel concreto a myPOS. Hanno scelto il dispositivo portatile myPOS Go 2. Giuseppe ha commentato che myPOS li ha aiutati molto, permettendo di muoversi in totale libertà con una connessione rapida . 

Secondo lui la piattaforma myPOS non ha solo semplificato i processi di pagamento all’interno della location durante gli eventi, ma anche reso l’esperienza cliente molto più fluida. Il portatile myPOS Go 2 ha una scheda SIM dati integrata, per una connessione mobile disponibile sempre e dovunque.

Accettare pagamenti con carta con myPOS

Anche il personale stesso della cattedrale è molto mobile e flessibile. Il team è sempre alla ricerca degli strumenti migliori e si aggiorna sempre agli ultimi trend del mercato, con i quali è riuscito a sopravvivere persino alla pandemia. Si supportano l’un l’altro e sostengono anche le altre piccole imprese locali, dirigendo i turisti verso altre attività commerciali o facendo parte di Promovetro, un consorzio di promozione e tutela del vetro di Murano.

Per i Belluardo le piccole imprese sono il nucleo della comunità. Il sostegno è uno stile di vita. “È molto importante acquistare prodotti locali, come il pane dal fornaio sotto casa e la carne dal macellaio di quartiere, e ovviamente bersi un buon caffè dal bar dove si trova sempre qualcuno con cui scambiare un sorriso e due chiacchiere” ha spiegato Giuseppe. Giuseppe e la sua famiglia sono il perfetto esempio di una piccola impresa familiare che fa crescere una comunità e rende orgogliosa la gente del posto. I Belluardo non incoraggiano solo l’innovazione e la crescita, ma creano anche un mercato più vario e danno al quartiere un tocco di personalità in più. Sono le aziende come Glass Cathedral le vere anime di una città e la spina dorsale dell’economia europea.

Post associati

Contattaci
Cookie

Seleziona la tua preferenza per i cookie