Blog di myPOS Suggerimenti

RFID: Cos’è l’RFID e come funziona

La tecnologia RFID (Radio Frequency IDentification) è un sistema senza fili che, attraverso la comunicazione elettromagnetica o elettrostatica, consente l’identificazione di dispositivi, oggetti, persone o addirittura animali.

Per quanto riguarda il funzionamento, la RFID si basa su tre componenti fondamentali: un’antenna, un ricetrasmettitore e un transponder.

Le prime due componenti sono responsabili della trasmissione dei dati. Il transponder, invece, è il componente che riceve le informazioni trasmesse.

L’antenna invia un segnale, il ricetrasmettitore (o lettore RFID) funge da ponte per facilitare la comunicazione con il transponder. A sua volta, il transponder risponde con i dati memorizzati, agevolando così l’identificazione dell’oggetto o della persona associata al dispositivo RFID.

Il tema RFID è di particolare interesse poiché questa tecnologia è integrata in tutte le moderne carte di credito o debito. Grazie a questa integrazione, è possibile effettuare e ricevere pagamenti contactless.

La tecnologia RFID è ampiamente impiegata anche in molti altri contesti, come il controllo degli accessi o l’identificazione di persone.

Tecnologia RFID: Significato

RFID (Radio Frequency IDentification) significa identificazione a radiofrequenza ed è un sistema utilizzato per l’identificazione di oggetti. La presenza di un’etichetta o di un chip consente l’identificazione, grazie all’interazione con lettori RFID.

Questa tecnologia è di uso comune nella nostra vita quotidiana e ha anche permesso lo sviluppo di un’altra innovazione, la Near Field Communication (NFC).

La tecnologia RFID non è affatto recente; risale addirittura al 1945, quando i sovietici la impiegarono come strumento di spionaggio.

Negli anni ’70, i tag RFID iniziarono a essere utilizzati nella Grande Distribuzione Organizzata (GDO) per il tracciamento dei beni alimentari. Tuttavia, la data “ufficiale” dell’inizio della tecnologia risale al 1983, quando Charles Walton depositò un brevetto contenente il segnale RFID.

RFID come funziona: Caratteristiche

La funzione dell’RFID è facilitare la comunicazione tra due oggetti, un lettore e un tag, a distanza, eliminando la necessità di un contatto diretto.

Per quanto riguarda le caratteristiche, è importante precisare che la tecnologia RFID opera a frequenze diverse, principalmente su tre tipologie di frequenza:

  • Bassa frequenza (LF): 30 – 300 kHz, con una distanza di contatto massima di 10 cm.
  • Alta frequenza (HF): 13,56 MHz, con una distanza di contatto massima di 30 cm.
  • Altissima frequenza (UHF): 300 – 3000 MHz, con una distanza di contatto fino a 10 metri.

La tecnologia RFID si colloca quindi su tre diverse bande all’interno dello spettro elettromagnetico, lo stesso dove operano onde elettromagnetiche come onde radio, ultraviolette, gamma, e così via.

Le caratteristiche della tecnologia RFID rendono possibile la sua implementazione in una vasta gamma di settori, tra cui logistica, sicurezza, gestione degli inventari, pagamenti senza contatto e molto altro.

RFID componenti

La tecnologia RFID si basa su quattro componenti principali, ognuno svolge un ruolo chiave nel processo di identificazione e comunicazione:

  • TAG RFID: Questo piccolo microchip interno contiene un codice unico che serve a identificare in modo univoco il componente. Il tag RFID utilizza l’energia del segnale radio emesso dal ricevitore RFID per alimentarsi.
  • ANTENNA: Le antenne sono piccoli componenti che stabiliscono la frequenza specifica su cui opera la tecnologia RFID. Queste antenne sono installate direttamente sul lettore RFID.
  • RICEVITORE (Ricetrasmettitore): Questa componente permette di leggere le informazioni dal tag RFID e di trasferirle alla rete utilizzando la frequenza operativa specifica della tecnologia RFID.
  • SOFTWARE: Il software interno è un elemento cruciale che recupera, memorizza e, se necessario, invia le informazioni al cloud o ad altre destinazioni. Questo componente svolge un ruolo fondamentale nell’elaborazione dei dati acquisiti dal sistema RFID.

RFID tag o transponder o etichetta

RFID Significato

Un tag RFID, noto anche come transponder o etichette RFID, costituisce il componente base. È al suo interno che sono contenuti il microchip e l’antenna, elementi essenziali per la connessione wireless con il lettore.

Etichetta RFID attiva

Il tag o etichetta è definito attivo quando è installata una batteria. La batteria consente il funzionamento autonomo del lettore. Generalmente, i tag RFID con batteria sono utilizzati per controllare l’accesso in zone non autorizzate o per tracciare prodotti alimentari.

Etichetta RFID passiva

In questo caso, l’etichetta RFID funziona senza batteria e ottiene l’energia direttamente dal lettore. I dispositivi senza batteria sono più piccoli, hanno prestazioni inferiori e consentono la comunicazione solo tra dispositivi molto vicini tra loro.

Etichetta RFID semi-attiva

In questa soluzione, la tecnologia è ibrida. L’RFID ha sia una batteria interna che ricava energia dal lettore. Questi strumenti sono progettati per garantire una migliore efficienza in termini di prestazioni.

Etichetta RFID semi-passiva

Chiamata anche etichetta “battery-assisted passive”, è un tipo di tag RFID che utilizza sia l’energia trasmessa dal lettore RFID sia una batteria interna, la cui funzione è limitata all’attivazione della batteria. La batteria alimenta i circuiti interni, rappresentando un buon compromesso per ottenere prestazioni migliorate e una durata della batteria più lunga.

Lettore RFID

Passando al lettore RFID o RFID READER, ci si riferisce all’intero dispositivo. Questo strumento è dotato di un’antenna che emette il segnale, a sua volta interpretato dall’RFID Tag. Il lettore ha la funzione di catturare il segnale, decodificarlo e fornire la risposta. Esistono diverse tipologie di lettori:

  • Lettori fissi: sono fissi e operano in un raggio d’azione limitato, entro il quale è possibile la comunicazione RFID.
  • Lettori portatili: la tecnologia può essere trasportata, consentendo di raccogliere segnali da diverse posizioni e interagire con diversi strumenti.
  • Lettori interni: in questo caso, la tecnologia è direttamente fissata a un apparecchio, come carrelli, gru, o lettori. Questi lettori sono comuni, ad esempio, nei cantieri edili.

Tipi di tag RFID

Esistono diverse tipologie di TAG RFID, oltre alla suddivisione tra Tag attivi, passivi, semi-attivi o passivi. Possiamo individuare un altro modo per classificarli:

  • TAG RFID NFC (Near Field Communication) o NFC Payment Tag: Noti anche come utilizzati per transazioni senza contatto tra carta e lettore POS. La tecnologia RFID NFC è, ad esempio, presente negli smartphone di ultima generazione e negli smartwatch.
  • Payment Card RFID Chip: In questo caso, il tag RFID è integrato nella carta di credito o di debito. Similmente al caso precedente, il nome specifico indica la tecnologia utilizzata e presente sulla carta.
  • Loyalty RFID Tag o Digital Coupon NFC Tag: Questa tipologia di TAG RFID è presente in alcune carte fedeltà e serve per registrare i punti accumulati ogni tot di spesa.
  • Tag RFID Active GPS: Si tratta di strumenti che utilizzano una doppia tecnologia RFID e GPS, impiegati per fornire la posizione di un bene in tempo reale. Sono utili, ad esempio, per monitorare gli oggetti preziosi in movimento.
  • Cold Chain RFID Tag: In questo caso, la tecnologia aiuta a monitorare la temperatura. Possono essere utilizzati all’interno di celle frigorifere per garantire la conservazione ottimale di alimenti o farmaci.

I vantaggi della tecnologia RFID

RFID tecnologia

Il fatto che la tecnologia RFID sia sempre più utilizzata è dovuto ai vantaggi e alla versatilità nell’utilizzo, tra i quali possiamo elencare:

  • Sicurezza: I sistemi RFID sono sicuri grazie all’impiego di tecnologie che li rendono pressoché inalterabili. Ad esempio, l’uso di algoritmi crittografici garantisce la riservatezza delle informazioni e protegge i dati da accessi non autorizzati. Si implementano protocolli di autenticazione robusti, l’utilizzo del TLS (Transport Layer Security), e l’uso di tag RFID con caratteristiche anti-clonazione. L’uso di sigilli contribuisce a prevenire l’accesso non autorizzato ai tag.
  • Convenienza: Nonostante la complessità della tecnologia RFID, essa è semplice da implementare in moltissimi dispositivi e applicazioni. È inoltre economica e pratica, offrendo vantaggi visibili attraverso l’applicazione di questi piccoli chip in vari contesti.
  • Dimensioni ridotte: Un ulteriore punto a favore del RFID sono le dimensioni ridotte. Le chiavi sono piccole, possono essere conservate agilmente e trasportate senza difficoltà.
  • Versatilità: Infine, come abbiamo visto, si tratta di una tecnologia estremamente versatile che trova applicazione nell’ambito dei pagamenti wireless e in generale in ogni contesto in cui è necessaria una rapida e sicura comunicazione tra due oggetti o dispositivi.

Vantaggi rispetto a codici a barre e bande magnetiche

Per molte funzionalità, l’RFD viene preferito ai codici a barre e alle bande magnetiche. Queste ultime, infatti, sono sempre meno utilizzate a favore dei sistemi RFID, i quali si dimostrano:

  • Più veloci nell’elaborazione dei dati: I sistemi RFID consentono comunicazioni a distanza molto elevate e un’elaborazione pressoché istantanea. Questo rappresenta un vantaggio rispetto ai codici a barre e alle bande magnetiche, che richiedono una scansione e funzionano solo a distanze limitate.
  • Durata maggiore: Codici a barre e bande magnetiche richiedono frequenti aggiornamenti e sostituzioni. Inoltre, non sono adatti per applicazioni all’aperto, dove le intemperie possono danneggiarli. I piccoli tag RFID sono più resistenti, possono essere adeguatamente protetti e risultano meno soggetti all’usura.
  • Migliore capacità di immagazzinamento dati: Alcuni tag RFID hanno la capacità di conservare molti dati, consentendo di memorizzare molte informazioni e dettagli. Ciò è in contrasto con i codici a barre e le bande magnetiche, il cui spazio di memorizzazione è limitato.
  • Possibilità di essere nascosti: Mentre bande magnetiche e codici a barre devono essere visibili al lettore, i tag RFID possono essere nascosti. Questo aumenta la sicurezza e la protezione delle informazioni senza comprometterne le funzionalità.
  • Sicurezza avanzata: Come anticipato, la sicurezza garantita dai sistemi RFID è avanzata grazie all’implementazione di tecnologie come la crittografia end-to-end e fattori di doppia autenticazione.
  • Gestione multipla: Non da ultimo, il fatto che i tag RFID siano utilizzati anche per la gestione di più articoli o, comunque, di più processi contemporaneamente. Questo rappresenta l’ultimo vantaggio che inclina la scelta verso questa tipologia di lettori.

RFID: Applicazione nel mondo reale

La tecnologia RFID trova applicazione in numerosi settori, facilitando e ottimizzando diverse operazioni quotidiane:

Pagamenti con tecnologia NFC

Nell’ambito dei pagamenti digitali, la tecnologia NFC regola il settore. La utilizziamo ogni volta che effettuiamo un pagamento contactless in un supermercato o quando paghiamo un qualsiasi pedaggio semplicemente avvicinando la carta.

Inoltre, le più moderne città hanno integrato sistemi l’RFID nei trasporti pubblici o per il pagamento all’ingresso di teatri e musei.

Scegliete il terminale POS

Scegliete il terminale POS più adatto alla vostra attività!

Accettate i pagamenti con carta con un terminale POS conveniente e godete di un accesso immediato ai vostri fondi.

Scopri le offerte

Tracciare le merci

Le organizzazioni più innovative nel settore della logistica e dei trasporti utilizzano sistemi basati su soluzioni RFID per tracciare le merci, evitando un tracciamento manuale e aumentando la sicurezza e la precisione delle informazioni sulle merci.

Nei magazzini e supermercati

La tecnologia RFID trova ampio impiego per tenere sotto controllo la quantità di merci presenti nei magazzini e nei negozi.

Facilita le operazioni di inventario e consente l’identificazione delle caratteristiche del prodotto, come dimensioni, qualità, paese di provenienza, e così via.

Allevamenti e agricoltura

La tecnologia RFID trova applicazione anche in alcune moderne aziende agricole, dove i tag servono per identificare tutte le caratteristiche degli animali e delle piante.

Grazie a questi applicativi, è possibile mantenere aggiornate le informazioni caricando nuovi dati e tenere traccia dello stato di salute degli animali e delle piante.

Controllo degli accessi in impianti sportivi, edifici, turismo

I sistemi di controllo degli accessi RFID funzionano per identificare chi, dove e quando si sta entrando in un edificio o in una stanza.

È utile avere informazioni su singoli individui in un’organizzazione o evento, così come per consentire o negare l’ingresso a luoghi specifici.

Integrazione nei POS

L’ultima frontiera della tecnologia RFID è rappresentata dall’integrazione nei Point of Sales (POS).

MyPOS, ad esempio, sfrutta appieno questa tecnologia, adottandola in tutti i lettori di carte mobili e trasformando l’esperienza di pagamento e offrendo ai clienti la comodità dei pagamenti senza contatto.

Integrare la tecnologia RFID nel tuo POS è fondamentale per rimanere al passo con le aspettative sempre crescenti dei consumatori, garantendo transazioni veloci, sicure ed efficienti.

La tecnologia RFID è il motore di questa rivoluzione, e My POS può oggi darti un concreto aiuto nel rendere la tua attività commerciale ancor più a passo con i tempi.

Scopri di più sui nostri POS Mobili e le nostre soluzioni per una gestione ideale tutti i pagamenti, anche online!

Post associati

Contattaci
Cookie

Seleziona la tua preferenza per i cookie